Apnea notturna

L’apnea ostruttiva del sonno (Obstructive Sleep Apnea) è un disturbo del sonno in cui la respirazione viene brevemente e ripetutamente interrotta durante il sonno. L ‘”apnea” nell’apnea notturna si riferisce a una pausa respiratoria che dura almeno dieci secondi. L’apnea ostruttiva del sonno si verifica quando i muscoli nella parte posteriore della gola non riescono a mantenere aperte le vie respiratorie, nonostante gli sforzi per respirare. Un’altra forma di apnea notturna è l’apnea centrale del sonno, in cui il cervello non riesce a controllare adeguatamente la respirazione durante il sonno. L’apnea ostruttiva del sonno è molto più comune dell’apnea centrale del sonno.

L’apnea ostruttiva del sonno, o semplicemente l’apnea notturna, può causare frammenti di sonno e bassi livelli di ossigeno nel sangue. Per le persone con apnea notturna, la combinazione di sonno disturbato e carenza di ossigeno può portare a ipertensione, malattie cardiache e problemi di umore e memoria. L’apnea notturna aumenta anche il rischio di sonnolenza alla guida.

Chi ha l’apnea notturna?

Più di 18 milioni di adulti americani hanno apnea notturna. Al momento è molto difficile stimare la prevalenza dell’OSA infantile a causa di tecniche di monitoraggio ampiamente variabili, ma è probabile una prevalenza minima dal 2 al 3%, con una prevalenza che va dal 10 al 20% nei bambini che russano abitualmente. L’OSA si verifica in tutte le fasce d’età e in entrambi i sessi.

Quali sono le cause dell’apnea notturna?

Ci sono una serie di fattori che aumentano il rischio, tra cui avere una piccola via aerea superiore (o lingua grande, tonsille o ugola), essere in sovrappeso, avere un mento incassato, una mascella piccola o un grande morso, una dimensione del collo grande (17 pollici o superiore in un uomo, o 16 pollici o più in una donna), il fumo e l’uso di alcol, di 40 anni o più, e l’etnia (afro-americani, isole del Pacifico e ispanici). Inoltre, l’OSA sembra funzionare in alcune famiglie, suggerendo una possibile base genetica.

Sintomi dell’apnea notturna

Il russare cronico è un forte indicatore dell’apnea notturna e deve essere valutato da un professionista della salute. Poiché le persone con apnea notturna tendono ad essere private del sonno, possono soffrire di insonnia e una vasta gamma di altri sintomi come difficoltà di concentrazione, depressione, irritabilità, disfunzione sessuale, difficoltà di apprendimento e memoria e addormentarsi mentre si è al lavoro, al telefono o alla guida. Se non trattati, i sintomi dell’apnea notturna possono includere disturbi del sonno, sonnolenza eccessiva durante il giorno, ipertensione, infarto, insufficienza cardiaca congestizia, aritmia cardiaca, ictus o depressione.

Trattamento per l’apnea notturna

Se sospetti di avere un’apnea notturna, la prima cosa da fare è consultare il medico. Porta con te una registrazione del tuo sonno, livelli di affaticamento durante il giorno e qualsiasi altro sintomo che potresti avere. Chiedi al tuo compagno di letto se lui o lei nota che russi pesantemente, soffocare, ansimare o smettere di respirare durante il sonno. Assicurati di prendere un elenco aggiornato di farmaci, compresi quelli da banco, ogni volta che visiti un medico per la prima volta. Si consiglia di chiamare il proprio fornitore di assicurazione medica per scoprire se è necessario un rinvio per una visita a un centro di sonno.

Polisonnografia

Uno dei metodi più comuni utilizzati per diagnosticare l’apnea notturna è uno studio del sonno, che può richiedere un pernottamento in un centro del sonno. Lo studio del sonno monitora una varietà di funzioni durante il sonno tra cui stato del sonno, movimento degli occhi, attività muscolare, frequenza cardiaca, sforzo respiratorio, flusso d’aria e livelli di ossigeno nel sangue. Questo test (polisonnografia) viene utilizzato sia per diagnosticare l’apnea notturna sia per determinarne la gravità. A volte, il trattamento può essere avviato durante la prima notte nel centro del sonno.

Il trattamento di scelta per l’apnea ostruttiva notturna è un dispositivo a pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP). CPAP è una maschera che si adatta al naso e / o alla bocca e soffia delicatamente aria nelle vie aeree per mantenerla aperta durante il sonno. Questo metodo di trattamento è altamente efficace. L’uso del CPAP come raccomandato dal medico è molto importante.

Altri metodi di trattamento dell’apnea notturna includono: apparecchi dentali che riposizionano la mascella e la lingua inferiori; chirurgia delle vie aeree superiori per rimuovere il tessuto nelle vie aeree; pressione espiratoria positiva delle vie respiratorie nasali in cui una valvola monouso copre le narici; e trattamento che utilizza la stimolazione del nervo ipoglosso in cui uno stimolatore è impiantato nel torace del paziente con elettrocateteri collegati al nervo ipoglosso che controlla il movimento della lingua e un sensore di respirazione. Il sensore monitora gli schemi respiratori durante il sonno e stimola il nervo ipoglosso a muovere la lingua per mantenere una via aerea aperta.

I cambiamenti nello stile di vita sono modi efficaci per mitigare i sintomi dell’apnea notturna. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutare a ridurre la gravità dell’apnea:

Perdere peso. Se sei in sovrappeso, questa è l’azione più importante che puoi intraprendere per curare l’apnea notturna (la CPAP la tratta solo; la perdita di peso può curarla nella persona in sovrappeso).

Evitare l’alcool; provoca frequenti risvegli notturni e rilassa i muscoli respiratori delle vie aeree superiori.

Smettere di fumare. Il fumo di sigaretta peggiora il gonfiore delle vie aeree superiori, peggiorando l’apnea (e il russare).

Alcuni pazienti con apnea notturna lieve o russamento pesante hanno meno problemi respiratori quando giacciono sui fianchi invece che sulla schiena.

Affrontare l’apnea notturna

La parte più importante del trattamento per le persone con OSA sta usando il CPAP ogni volta che dormono. I benefici per la salute di questa terapia possono essere enormi, ma solo se usati correttamente. In caso di problemi con la regolazione del CPAP o si verificano effetti collaterali dell’utilizzo dell’apparecchio, consultare il medico che lo ha prescritto e chiedere assistenza.

Dormire adeguatamente è essenziale per mantenere la salute nei pazienti con OSA. Se hai sintomi di insonnia come difficoltà ad addormentarti, restare addormentato o svegliarti non rinfrescato, parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento. Tenere presente che alcuni ausili per il sonno acquistati in negozio e soggetti a prescrizione medica possono compromettere la respirazione nei pazienti con OSA. Un’eccezione è il ramelteon, che è stato studiato in pazienti con OSA lieve e moderato e che non ha danneggiato la loro respirazione.

Questo contenuto è stato creato dalla National Sleep Foundation e la traduzione in italiano è eseguita automaticamente da Google.

Fonte: https://www.sleepfoundation.org/sleep-apnea

Print Friendly, PDF & Email
condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *